Alla Scoperta dell’Edificio Mirador il Quartiere Verticale a Madrid

Mirador de Madrid

Para mantener la esencia del texto en Blogavista hemos decidido respectar el idioma original del post.

L’Edificio Mirador è considerato il simbolo della rinascita della periferia madrileña del nuovo millennio. Sorto nel Barrio de Sanchinarro, un sobborgo residenziale nella periferia nord-est di Madrid, circondato da autostrade e con vista verso la Sierra de Guadarrama.

L’edificio è stato sviluppato come un punto di riferimento del quartiere e per l’estensione della città e della regione in generale, contro l’uniformità di massa dei blocchi circostanti.
Il Mirador si dissocia dalla logica classica del grattacielo o dell’edificio residenziale di stampo razionalista, caratterizzati dalla ripetizione monotona e seriale delle unità abitative base, per proporre una composizione più articolata e complessa.

Mirador de Madrid

Progettato dallo studio di architettura olandese MVRDV in collaborazione con l’architetto Blanca Lleó, la sua costruzione terminata nel 2005 è stata gestita da EMV all’interno di un programma di riqualificazione delle aree metropolitane promosso dall’Ayuntamiento de Madrid.
L’edificio ha un’altezza di 63.4 metri e comprende 156 appartamenti distribuiti tra i nove blocchi indipendenti riuniti intorno alla grande apertura centrale, che funge da piazza semi-pubblica sospesa, posta a 36,8 metri dal suolo da cui si gode una vista mozzafiato della Sierra de Guadarrama.

Mirador de Madrid

Lo sviluppo in altezza dell’edificio ha consentito di lasciare libera gran parte del lotto contribuendo alla creazione di uno spazio pubblico per il quartiere, ed il grande spazio collettivo del belvedere, collocato al dodicesimo piano dell’edificio, offre un’importante area d’incontro rivolta sia agli abitanti del complesso che ai visitatori esterni.
I diversi blocchi possono essere distinti dall’esterno grazie alla varietà dei materiali, delle textures e dei colori dei sistemi di rivestimento, lastre di pietra, tessere di mosaico e cemento declinati nelle sfumature del grigio, nero e bianco delimitano i diversi blocchi, mentre le aree destinate alla circolazione sono chiaramente leggibili per il loro colore arancione acceso.

L’intento è quello di proporre un sistema di residenze flessibili pronte a rispondere al mutare della domanda. Gli appartamenti, divisi in differenti tipologie si adattano ai diversi stili di vita e offrono ai residenti standard elevati in termini di spazio abitabile, luce naturale, vista panoramica e confort.

Más de Veronica Pirrone

Alla Scoperta dell’Edificio Mirador il Quartiere Verticale a Madrid

Para mantener la esencia del texto en Blogavista hemos decidido respectar el...
Leer Más

1 Comentario

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *